Impegno sociale del dentista

All'interno di quest'articolo parleremo di un argomento un po' insolito: l'impegno sociale del dentista.

Nello specifico proveremo a rispondere ad alcune domande come ad esempio cosa può fare un dentista per la propria comunità? E ancora, cosa non è lecito attendersi da un dentista?

migliori dentisti italia

Partiamo da alcune considerazioni generali:

  • I problemi odontoiatrici affliggono la stragrande maggioranza della popolazione
  • Una percentuale importante di cittadini non effettua le terapie di cui avrebbe bisogno per motivi culturali
  • Una parte della popolazione non accede alle cure per motivi economici
  • I programmi di educazione e prevenzione delle malattie della bocca e dei denti sono ancora demandati ad iniziative personali private e al volontariato, mentre a livello istituzionale si tratta ancora di fatti episodici
  • L’odontoiatria pubblica, per ovvie ragioni economiche, copre una percentuale minima delle cure necessarie
  • Le malattie di bocca e denti possono essere tutte combattute efficacemente, ma soprattutto possono tutte essere prevenute

 

COME RISOLVERE IL "PROBLEMA" DELLA SALUTE ORALE DELLA POPOLAZIONE? CHI DOVREBBE FARLO?

Sicuramente lo Stato potrebbe e dovrebbe intervenire in maniera più efficace, in primo luogo sensibilizzando la popolazione a prevenire il problema, quindi garantendo l’accesso alle terapie di base alle fasce di popolazione che non possono permettersi di pagarle di tasca propria.

Investendo in prevenzione si potrebbe, a parità di spesa, migliorare lo stato di salute di molta più gente di quella attualmente curata dalle strutture pubbliche.

 

COSA PUò FARE IL SINGOLO DENTISTA? 

Cosa può invece fare il singolo dentista? Sicuramente non può sostituirsi allo Stato (se non episodicamente) nell’assistere gratuitamente gli indigenti poiché gli ingenti costi da sostenere lo porterebbero rapidamente a far parte lui stesso di questa categoria.

Inoltre a un privato riuscirebbe difficile distinguere chi ha realmente problemi economici da coloro che potrebbero semplicemente simularli per ottenere cure gratuite senza averne in realtà bisogno. 

Ciò che, invece, il dentista privato può fare efficacemente è contribuire a diffondere la cultura della prevenzione. Questo è un atteggiamento etico ed economicamente sostenibile.

Ciascun dentista potrebbe agire in differenti ambiti, in base alle proprie capacità, inclinazioni, disponibilità di tempo. Potrebbe, ad esempio:

  • Scrivere articoli divulgativi per sensibilizzare la popolazione alla prevenzione
  • Tenere conferenze
  • Interagire con insegnanti ed educatori per insegnare le basi della prevenzione ai bambini
  • Motivare i propri pazienti a diventare a loro volta “ambasciatori” della prevenzione

Qualcuno di voi potrebbe obiettare: ”ma così facendo il dentista andrebbe a ridurre le proprie fonti di reddito, perché dovrebbe farlo? Non gli conviene!

Non è del tutto esatto. In realtà verrebbe solo trasformato il tipo di lavoro; anziché occuparsi prettamente di terapie di emergenza il dentista andrebbe a concentrarsi sulla prevenzione, l’estetica, la gnatologia e la posturologia, l’ortodonzia.

In sostanza continuerebbe a lavorare, ma su pazienti “più sani” ed anche meno “spaventati” dall’idea di doversi sottoporre ad una cura dentistica. Il risultato finale sarebbe un guadagno per il dentista e per il paziente.

Personalmente credo in questo approccio alla professione e, da anni, cerco di agire in linea con quanto ho scritto prima:

  • Scrivo articoli su testate tematiche, sul mio sito www.attiliovenerucci.it, sulla mia pagina Facebook “Studio di Odontoiatria Microscopica Dr. Attilio Venerucci”, su diversi portali internet e rispondo a tutte le e mail delle persone che mi scrivono per avere consigli
  • Tengo conferenze divulgative 
  • Ho tenuto lezioni dedicate ai più piccoli presso la Ludoteca di Finale Ligure (in questo caso, per ragioni di deontologia, a nome dell’Associazione Italiana Odontoiatri, il sindacato di cui sono presidente di sezione interprovinciale)
  • Insegno ai miei pazienti cosa fare per “avere meno possibile bisogno delle mie cure” e li invito ad insegnarlo a familiari ed amici 

Da ciò che faccio ho soddisfazione personale e gratificazione da parte delle persone con cui entro in contatto e, presso il mio studio, arrivano diversi pazienti che decidono di farsi curare da me perché apprezzano ciò mi vedono fare “fuori”. 

 

DENTISTI DI QUALITÀ 

Questo modo di vedere, fortunatamente non è solo mio. Da alcuni anni, infatti, insieme ad altri colleghi appassionati al nostro lavoro, abbiamo fondato l’associazione Dentist4 (www.dentist4.it ), l’unica ad essersi data un disciplinare di qualità controllabile dai pazienti.

Vi invito a visitare il sito, all'interno del quale troverete molte informazioni, l’elenco dei dentisti che hanno sottoscritto il disciplinare ed anche uno spazio per effettuare domande ai dentisti iscritti. 

Anche www.slowdentist.it ha accolto e sottoscritto il nostro disciplinare e raccoglie al suo interno, oltre ai dentisti di Dentist4.it, tutti i soci attivi delle principali società scientifiche odontoiatriche italiane, cioè coloro che hanno documentato ai colleghi di saper lavorare a livelli di eccellenza, quindi, secondo criteri oggettivi, i più competenti dentisti italiani.

 

Contributo del dr. Attilio Venerucci

> Visita la scheda di Dr. Attilio Venerucci Odontoiatra


Punteggio : 5.0 /5 - Recensioni totali: 4
Potrebbe interessarti anche: