Il dentifricio contribuisce ad un risultato cosmetico ed estetico migliore

Le aziende produttrici del dentifricio tendono ad accentuare la rilevanza di questo prodotto, conosciuto in particolar modo essere indispensabile per la salute dei nostri denti. Difatti, non è sbagliato sostenere che il frequente utilizzo dello spazzolino, sia esso manuale o elettrico, possa produrre un beneficio ben più importante rispetto alla presenza del dentifricio nelle operazioni di pulizia.

Il dentifricio contribuisce ad un risultato cosmetico ed estetico migliore, ed è per questo motivo che, quando possibile, si consiglia di lavare i denti utilizzando anche il dentifricio. Tenendo conto che la pasta dentifricia può essere anche il veicolo di alcune sostanze il cui valore protettivo è comprovato, parliamo nel caso specifico del fluoro, allora è facile comprendere il perché venga sempre consigliato da dentisti o igienisti.

Quale dentifricio scegliere?

Tra i vari scaffali di un supermercato o in una farmacia possiamo subito notare le tipologie di dentifricio in vendita. Una vasta scelta che rende il tutto sempre più complesso. 

banner migliori dentisti

Ma qual è il miglior dentifricio e come scegliere questo prodotto? 

Bisogna partire da una elemento fondamentale: i dentifrici contengono diversi ingredienti ma soprattutto molti principi attivi che svolgono un’azione terapeutica e preventiva. Proprio le esigenze o problematiche della singola persona possono influenzare questa scelta e consentono di individuare il miglior dentifricio.

 

Ingredienti dentifricio

Vediamo quali sono gli ingredienti contenuti nei dentifrici: 

  • Sostanze abrasive - Queste sostanze donano alla superficie del dente una lucentezza che tuttavia può creare delle abrasioni sul dente. Per conoscere il grado di abrasività basterà visionare la sigla RDA presente sulla confezione. A tal proposito, i dentifrici sbiancanti sono quelli che presentano un grado di abrasività molto elevato
  • Detergenti – Sono sostanze che conferiscono la schiumosità rafforzando l'azione degli abrasivi. Il più comune è Sodium Lauryl Solfato (SLS)  
  • Addensanti ed emollienti - Questi evitano che il dentifricio diventi secco 
  • Aromi – Tra questi troviamo i gusti alla frutta, utilizzati nei dentifrici per rendere piacevole il sapore per i più piccoli
  • Principi attivi - I principi cambiano in relazione al dentifricio. Troviamo i desensibilizzanti per persone che soffrono di denti sensibili e i fluoruri particolarmente indicati per i soggetti ad alto rischio di sviluppare carie.

 

Chi può consigliare la scelta del dentifricio?

Per avere indicazioni sulla scelta del dentifricio e sul miglior dentifricio è sempre utile fare riferimento a figure come l’igienista dentale o il dentista di fiducia. L’igienista è certamente la persona più preparata per dare dei consigli al riguardo.

 

Vuoi scegliere il miglior dentista che opera nella tua provincia? 

Clicca qui e contatta il dentista


Punteggio : 2.9 /5 - Recensioni totali: 37
Potrebbe interessarti anche: